Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Zona Tortona - Ex Ansaldo sarà uno spazio per la creatività

Partono a maggio i lavori di ristrutturazione e riqualificazione per consegnare alla città uno spazio totalmente dedicato alla creatività e all’innovazione. Presentato questa mattina, dall’assessore alla Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani insieme con Matteo Bartolomeo, socio fondatore di Avanzi e Make a Cube; Daniela Cattaneo, fondatrice di h+; Nicolò Bini di Esterni e Valentina La Terza, di ARCI Milano, il nuovo progetto per la valorizzazione degli oltre 6mila metri quadri dell’Ex Stecca nel cuore di zona Tortona.

“Innovazione, inclusione e socialità trovano casa nello spazio Ex-Ansaldo. Si tratta di un progetto ambizioso, di respiro internazionale, destinato a consegnare alla città un luogo totalmente dedicato alla creatività e alle sue molteplici declinazioni, da quella strettamente imprenditoriale a quella più ricreativa”. Così l’assessore alle Politiche del Lavoro, Sviluppo economico, Moda e Design Cristina Tajani che ha aggiunto: ”…

Zona Porta Ticinese - Oltre ai mille pali arrivano anche le catenelle

In piazza XXIV Maggio non solo ci sarà una selva di pali e paletti per illuminare, reggere i cavi dei tram, i semafori e ancora qualche cartello, come abbiamo visto, ma ci saranno anche le parigine con catenelle poste a "proteggere" i pedoni dal passaggio dei tram.

Nessuna piazza o via pedonale al mondo ha simili imposizioni come da noi in Italia. Solo perché l'USTIF (Ufficio Speciale Trasporti a Impianti Fissi - USTIF, organo periferico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) non vuole assumersi responsabilità sulla convivenza tra pedoni e tram. Ovunque pedoni e veicoli vanno d'accordo senza problemi, a quanto pare, forse, noi italiani siamo giudicati più stupidi degli altri.
Postiamo tre esempi di tre città internazionali con altrettante tipologie di vie pedonali simili con passaggio dei tram, e come si vede, non vi è alcuna segnalazione o altra barriera tra il mezzo di trasporto e la zona pedonale.
Una è ad Amsterdam, in Leidsestraat, un'altra è Me…

Zona Verziere - Piazza Fontana il Verzaro e il Palazzo dell'arcivescovo Giovanni Visconti

Chi mai può immaginare com'era quest'angolo di Milano 1000 o 500 anni fa, così tanto stravolto nel corso dei secoli?

Noi ci abbiamo provato


La storia di questa piazza la possiamo far risalire all'epoca romana. Quando qui passavano le mura repubblicane erette a partire dal 49 a.C., quando Milano venne elevata al rango di municipium. Oltre alle mura vi era anche un fossato che passava al lato dell'odierno palazzo Arcivescovile e scendeva verso via San Clemente per sfociare nel laghetto di via Larga.

Come immaginabile la città si è espansa, nuove mura hanno inglobato anche questo luogo che col tempo si è arricchito di edifici.






A dominare la piazza tutt'ora c'è la facciata possente dell'Arcivescovado. Il primo palazzo Arcivescovile era un estensione del palazzo del Broletto vecchio o Arengo, del 1174, edifici posti accanto alla basilica metropolitana di Santa Maria Maggiore. La prima vera trasformazione in palazzo arcivescovile la si deve a Giovanni II Visconti…

Trasporti - Finalmente i semafori asserviti

Presentato recentemente il PUMS (Piano urbano della mobilità sostenibile), e uno dei punti più interessanti è la questione dei semafori asserviti, ovvero i semafori che all'arrivo del tram da rossi diventano verdi per far fluire il trasporto pubblico prima delle automobili e del traffico privato. Sistema adottato oramai dalla maggior parte delle città nel mondo.

I test sono già in corso sulle linee 4 e 9, e diventeranno definitivi dopo l’Expo
L’assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, nel dibattito pubblico sul Pums  dichiara: «Il sistema c’è già, il software è pronto e stiamo procedendo con gli studi di approfondimento sulle linee tranviarie a cui applicarlo. Contiamo di applicarlo dopo Expo alle prime due linee, per arrivare in breve a dieci». Il sistema funziona così: quando il mezzo arriva al semaforo c’è un software a bordo che si collega alla centrale operativa del traffico dei vigili e che fa scattare in automatico la luce verde, privilegiando così il passaggio del mez…

Zona Stazione Centrale - I nuovi box in centrale

Come promesso tempo fa, ecco che sono arrivati i "box negozio" all'interno della galleria delle Carrozze. Posti prima delle uscite a destra e a sinistra dell'enorme galleria. Non sono brutti, solo che ce li eravamo immaginati un po' più piccoli e meno ingombranti. Speriamo sempre che vengano eliminati anche i totem che ancora facevano la loro ingombrante presenza all'interno della stazione.






Zona Castello - Al cantiere di #Nevicata14

Siamo passati anche a vedere a che punto siano arrivati i lavori per la famosa #Nevicata14 in Piazza Castello. I lavori sono incominciati già da qualche settimana e si iniziano a vedere le prime "pedane" in gomma bianca formata da granelli di pochi centimetri di diametro. Ricordiamo che #Nevicata14 è un intervento temporaneo, rimarrà a servizio dei visitatori Expo e poi verrà rimossa per lasciare il posto ad un progetto più importante che si farà dall'anno prossimo dopo un concorso internazionale.

Inoltre oggi, martedì 31 marzo, presso lo spazio Garibaldi di Expo Gate, alle ore 11.00, si svolge l'incontro di apertura di #nevicata14LAB, l'open studio di architettura partecipata da cui prenderà vita la nuova configurazione pedonale temporanea di piazza Castello durante il semestre di Expo 2015. Partecipano all'incontro il capo di Gabinetto Maurizio Baruffi, Marco Lampugnani e Pierluigi Salvadeo del team di ideatori e progettisti di #nevicata14.








Zona Porta Ticinese - Palification, la città dei pali.

Si sperava che con il rifacimento della piazza e le nuove intenzioni questa piazza venisse trattata meglio, invece sarà un tripudio di pali e paletti.

Abbiamo fatto uno scatto fotografico, senza zoom o altro, per avere la visione d'insieme come la si può avere dal vico e abbiamo contato solo in una fascia visiva ben 25 pali. Il bello è che sicuramente mancheranno anche i cartelli stradali, quali le segnalazioni delle ciclabili, degli attraversamenti pedonali, dei divieti di sosta e della zona pedonale. Sarà un delirio visivo nella bella piazza appena sistemata. Senza contare che in piazza sono stati collocati una marea di pali per l'illuminazione di una fattura veramente brutta.

Possibile che all'estero siano più bravi a realizzare le stesse cose? Possibile che qui da noi siamo in preda a dei dispositivi, delle regole o a più semplici incapacità organizzative?
Noi siamo andati a vedere in Place de la Concorde a Parigi, per fare un paragone. Sappiamo che sono due casi diffe…