Passa ai contenuti principali

Zona Porta Genova - Quei brutti palazzi imbrattati legati al Duomo

Viale Gorizia 5, 7 e 9: tre edifici sorti alla fine degli anni Cinquanta e dalla volumetria simile che si affacciano sulla Darsena.
In questo luogo, fino agli anni Cinquanta vi erano degli edifici ad un piano sorti a ridosso delle mura "spagnole" e alla darsena, usati come magazzini. Dal 1894 qui venivano stoccati i marmi per il Duomo, dove scalpellini creavano statue e pinnacoli che poi imbarcati su apposite chiatte, si dirigevano al famoso Laghett vicino alla Ca' Granda e Santo Stefano raggiungendo la cattedrale.

Gli scalpellini del Duomo in origine si trovavano proprio dietro l'abside della cattedrale, per poi spostarsi verso Santo Stefano, più vicino al “laghetto” famoso per lo scarico della merce a due passi dal cantiere. Lo spazio per la lavorazione dei blocchi di marmo, di sagome architettoniche, ornati e statue divenne troppo ristretto per la sempre più grande cattedrale così venne nuovamente spostato nel 1886 lungo il naviglio di San Gerolamo (oggi via Carducci). Ma a seguito della copertura di quel tratto di naviglio, come abbiamo detto sopra, il cantiere-laboratorio fu trasferito in Viale Gorizia.

Dopo la II Guerra Mondiale la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano venne nuovamente spostata in Certosa, anche perché  si era abbandonato il trasporto fluviale a favore di quello su automezzi già da molti anni. Così quegli edifici oramai inutili vennero demoliti per far posto a nuovi edifici residenziali costruiti a partire dal 1957-60. 

Oggi al civico 5 di Viale Gorizia, nel palazzo forse meno attraente, si trova la scuola per il coro della Cappella Musicale del Duomo di Milano (ecco perché le finestre strane dell'edificio, piccole e strette) come testimonia all'ingresso lo stemma simbolo della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.

Non siamo riusciti a trovare i nomi degli architetti, anche se il numero 5 pare quasi disegnato dalla mano di Luigi Caccia Dominioni.

Comunque, almeno una pulita alle facciate la si potrebbe fare iniziando con il cancellare tutte le scritte degli imbrattamuri.


Ringrazio come sempre la collaborazione di molte persone di Skyscrapercity e Anna Mitica.




























Il sito prima degli anni Cinquanta

Darsena - Il magazzino della Fabbrica Del Duomo lungo viale Gorizia 5 1935 - 1940

Fermata dei Tram in Corso Colombo angolo viale Gorizia. Siamo nei primi anni 30

Viale Gorizia 1950, il civico 5 ancora non era stato costruito






Post popolari in questo blog

Milano | Cagnola – Piazzale Accursio: al via il cantiere per il consolato USA

Finalmente ci siamo, lo storico ex Tiro a Segno Nazionale o Poligono della Cagnola, è ufficialmente un cantiere. Infatti sono cominciati i lavori per restaurare le vecchie palazzine e trasformarle nel Consolato Generale degli Stati Uniti d'America.

La foto che segue è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Consolato USA.
Purtroppo al momento non si conosce come sarà trasformato e come sarà restaurato il vecchio complesso del 1906.




Milano | Bovisa – Progetto di via Durando: aggiornamento

Dopo oltre un decennio di stallo, forse ci siamo per risolvere il cantiere di via Durando?

Siamo alla Bovisa dove all'incrocio tra le vie Durando e Don Giuseppe Andreoli, si trova un lotto in attesa di una definitiva riqualificazione da troppo tempo.

Forse l'attesa potrebbe essere giunta ad una svolta, perché sono comparsi, dopo tanto tempo, dei nuovi rendering per il palazzo che dovrebbe essere costruito in questo lotto.
Il progetto si era già visto qualche anno fa, ma rimase sulla carta (o nella rete). Differenziava un po' da questo, soprattutto dal punto di vista estetico e onestamente ci piaceva un po' di più.

Si tratta di una stecca commerciale e una residenziale sovrapposte a formare una corte pedonale. Progetto un po' coraggioso per questa parte di città, visto che i negozi chiudono anziché aprire, ma forse è anche un'idea per rivitalizzare il quartiere, anche perché la corte coi negozi metterebbe in connessione il Campus Bovisa del Politecnico di Milan…

Milano | Arexpo - Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi

Ecco il progetto del nuovo IRCCS Galeazzi che sorgerà nell'ex area Expo, dove si trovavano i padiglioni dell'Angola, Brasile e Corea per intenderci.

Come già anticipato, il nuovo ospedale Galeazzi nell'agosto scorso ha acquistato una parte all'interno dell'area Expo. E' comparso il rendering del nuovo edificio la cui struttura riprende il disegno del progetto proposto in precedenza per la zona di Turro, con unica sostanziale differenza nell'altezza della struttura, che qui raggiungerà i 18 piani.

L'edificio non spicca per originalità nel disegno e si collocherà all'interno dell'area lungo il vecchio Decumano (l'arteria principale e più lunga utilizzata durante l'Expo) nel punto più vicino alle stazioni della M1 e del Passante Ferroviario di Rho Fiera.

Il tracciato del canale d’acqua perimetrale realizzato per l’Esposizione Universale verrà traslato, portandolo verso il decumano, valorizzandone la fruibilità e la percezione paesaggistica …